Archivio di marzo, 2011

 

Font "TitlingGothicFBComp-Standard" was not found.Save Guinea – Lettera di ringraziamento del Presidente

22 marzo 2011

Cari amici, è con immenso piacere che vi scrivo dopo la riuscita del nostro progetto Save Guinea.

Avrei voluto scrivervi prima ma solo ora sono un po’ tranquillo in quanto sono riuscito a chiudere tutte le incombenze legate allo sdoganamento delle merci.

Mi ricordo 2 anni fa circa quando Roberto mi ha presentato Simone: è da quell’incontro che è nata l’idea di Save Guinea dopo la grande esperienza della spedizione in Abruzzo; Save Guinea è stato un progetto impegnativo ma anche una collaborazione efficace e vitale con la Croce Verde di Padova. Simone voglio ringraziarti per esserti fatto carico dell’ impegno di questo progetto nei confronti di tutta la Croce Verde e per aver creduto e voluto coinvolgere questo grandissimo ente in un progetto internazionale, e naturalmente per avermi fatto conoscere delle persone stupende, i volontari, ricchi di quei valori che tutta la Croce Verde quotidianamente testimonia nella propria attività e che sono proprio i valori insiti anche nella nostra Associazione.

Il viaggio non è stato semplice, anzi molto impegnativo sotto ogni punto di vista, ma siamo riusciti a creare un gruppo e questa è stata la nostra forza perchè assieme abbiamo superato con impegno e determinazione tutte le difficoltà che quotidianamente ci si sono presentate. Non vi nascondo che anche nell’organizzazione ci sono state non poche difficoltà: i problemi con le ambasciate contattate per valutare i possibili percorsi da fare per garantire la nostra sicurezza e incolumità, le manifestazioni e gli attacchi terroristici sventati, verificatisi alcuni giorni prima, che rendevano preoccupante il nostro passaggio in quei luoghi, non da ultimo il pensiero che tutti potessimo andare d’accordo visto che tra di noi pochi si conoscevano. Alla fine però grazie a tutti noi (e in particolar modo a Stefano e Matteo) tutto è andato per il meglio.

Noi non abbiamo la bacchetta magica nè facciamo miracoli ma nel nostro piccolo cerchiamo di risolvere alcuni dei problemi dell’Africa o quanto meno, con l’aiuto di Dio e tramite i missionari, aiutiamo i guineensi a vivere la vita con dignità e in molti casi a sopravvivere piu’ che vivere, perchè di questo si tratta: proprio di sopravvivere. Credo che ognuno di noi sia stato per Save Guinea, un grande dono, perchè ciascuno di noi ha fatto la sua parte e ha reso possibile il successo della nostra missione. Ma la possibilità di aiutare non è finita con questo viaggio (ora naturalmente bisogna anche chiudere economicamente questo progetto per poi vedere come strutturare l’aiuto per la costruzione dei padiglioni ospedalieri a Cumura): ciascuno di noi stimolato da questa forte esperienza può mettere in campo le proprie idee parlandone con me o con Simone; bisogna tener conto che a noi può sembrare ci siano tantissime esigenze a cui far fronte, ma tra queste devono essere individuate quelle prioritarie, e questo si può fare solo con il confronto continuo che l’Associazione Spirit in Dance ha quotidianamente non solo con i missionari e frà Michael, ma anche con  il Centro Missionario, un confronto collaudato che va avanti non da qualche mese ma da molti anni.

Concedetemi di ringraziare prima di tutto Matteo, sempre disponibile e molto affidabile nella gestione delle attività burocratiche, e non solo, dell’Associazione, e l’infaticabile Stefano, soprannominato “il muletto” per il suo continuo lavorare senza sosta; loro per l’ organizzazione di questo viaggio non si sono mai fermati e vi hanno dedicato tantissimo tempo.

Ringrazio tutti i benefattori che privatamente o attraverso la propria azienda anno reso possibile questo progetto.

Ringrazio Abbraccio Company che attraverso Radio Company ha curato la comunicazione radiofonica.

Ringrazio Michele Ruffato, che sia come Abbraccio Company che personalmente, sostiene l’Associazione nelle raccolte fondi e nei rapporti con le istituzioni. 

Ringrazio Cristina Marchesi per i rapporti stampa e i contatti con i media.

Ringrazio nuovamente Simone per avermi dato il modo di scoprirlo ancor più sul lato umano e per aver pazientemente risolto le varie difficoltà con i computer e i collegamenti internet.

Grazie anche al Mattino di Padova e al grande Renatone (Renato Malaman) che informava tutti attraverso il blog in tempo reale rinunciando (assieme a Dario) anche a quel poco di sonno che durante il viaggio ci era concesso.

Grazie a Graziano e Paolo M. i due supereroi del camion nominati Batman e Robin per la loro bravura a risolvere i problemi meccanici e per aver guidato il camion senza aria condizionata per 5000 km.

Grazie a Silvano per le sue continue parole di conforto.

Grazie ai due veterani Rossano e Dario sempre pronti e disponibili nei confronti dell’Associazione.

Grazie a Roberto e Lucio per il loro continuo ed essenziale aiuto che si manifestava ancor di più nei momenti di maggior bisogno.

Grazie a Mario per la sua continua professionalità che ha dato sicurezza al gruppo.

Grazie a Michela per l’indispensabile ed efficace aiuto nelle traduzioni.

Grazie a don Paolo per aver svolto e donato il suo ministero al tutto il gruppo e ai missionari.

Grazie a Pino per la sua calma tranquillità e alle parole rassicuranti che infondeva a tutto il gruppo.

Grazie a Paolo L. per tutto quello che fa per l’Associazione senza mai fermarsi e per aver tenuto vivace il gruppo.

Grazie a Stefano anche per aver guidato la corriera per 5000 km stando sempre attento alle enormi buche e dossi che incontravamo per strada.

Grazie a Silvio per la sua continua collaborazione nelle diverse situazioni e per il grandissimo aiuto che ha dato fin dall’inizio dell’organizzazione del viaggio, per la corriera, il camion, e non solo.

Grazie a Nadia per il suo continuo aiuto attraverso le varie iniziative che organizza e per la vicinanza che ha sempre dimostrato all’Associazione e a Frà Michael.

Un grazie a Erjanna, Jessica e Daniela per aver donato il loro tempo nelle diverse iniziative che ci anno permesso di realizzare questo progetto.

Grazie a Cesare e a Massimo, che pur non avendo in ultimo potuto prendere parte a questa spedizione per motivi personali, hanno sempre sostenuto e faticato per Save Guinea, e che spero presto di poter ri-coinvolgere in altre attività ed esperienze.

Ringrazio il Sindaco Flavio Zanonato  e il Vice-Sindaco del Comune di Padova Ivo Rossi, perché rappresentando il Comune di Padova sempre ci sostengono nelle iniziative e missioni.

Ringrazio l’Assessore al Commercio del Comune di Padova Marta Dalla Vecchia, perché ormai da anni ci sostiene e perché senza il suo fondamentale appoggio non potremo svolgere molte delle iniziative con cui raccogliamo i fondi per la realizzazione dei progetti.

Ringrazio il Presidente del Consiglio Regionale Veneto per il grande e continuo appoggio nonché per le forme di grana che hanno tanto reso felici i nostri frati veneti.

Ringrazio la Polizia di Stato per il continuo sostegno ai progetti dell’Associazione Onlus Spirit in Dance e per la vicinanza che ogni volta il Questore di Padova ci manifesta, e non da ultimo per averci donato la corriera.

Ringrazio il Vicario Episcopale della Città di Padova Don Valentino Squotti che ha benedetto viaggiatori e veicoli.

Grazie a voi tutti, volontari, per aver messo il vostro cuore in questo progetto.

Vi saluto con una frase di M.Teresa di Calcutta che calza a pennello con lo spirito che ci guida tutti i giorni nelle nostre attività dell’Associazione: “tutto quello che si può fare è solo una goccia d’acqua in un oceano, ma rifiutando di mettere la mia goccia, l’oceano avrà una goccia in meno. Lo stesso vale per te, basta cominciare…..Alla fine della vita nonsaremo giudicati per le grandi opere che siamo riusciti a realizzare ma saremo giudicati sull’amore”.

 

Ciao Marco